Frequently asked questions

Q. Che cosa si intendete per Immagine Coordinata

La locuzione Immagine Coordinata appartiene al mondo della comunicazione visiva. Ha come oggetto la comunicazione di aziende, società, enti, associazioni e qualsiasi altra entità commerciale, sociale o concettuale che abbia tra i suoi bisogni quello di essere conosciuta da un determinato pubblico.

L'immagine diventa coordinata quando i differenti fenomeni comunicativi risultano coerenti l'uno con l'altro. Questa coerenza si riferisce tradizionalmente a elementi di comunicazione visiva quali, ad esempio, loghi, colori, caratteri tipografici, impaginazione e presentazione grafica dei documenti, impostazione della comunicazione commerciale e promozionale.

L'immagine coordinata è quindi il mezzo attraverso il quale, a prescindere dal numero, dalla complessità e dalle dimensioni di questi fenomeni comunicativi, l'immagine risultante è percepita all'esterno come proveniente dalla stessa entità. Questa coerenza semiotica rende più efficiente il processo comunicativo perché fornisce ai destinatari precisi punti di riferimento.

Q. Cosa sono i Social Network ?

I Social Network sono un servizio di rete sociale, dall'inglese social network service, è un servizio Internet, tipicamente fruibile tramite Web o mediante applicazioni mobili, che facilita la gestione dei rapporti sociali e che consente la comunicazione e condivisione per mezzi testuali e multimediali

Ad oggi i Social Network sono un ottimo canale pubblicitario per tutte le attività e permettono di raggiungere un ampio pubblico e molti potenziali clienti.

Q. Perché realizzare il Company Profile ?

Il company profile nasce dall'esigenza di presentare l'azienda ad un vasto pubblico che potrebbe trasformarsi da semplice interlocutore in potenziale cliente, se sarà attratto da ciò che leggerà sulla brochure aziendale e se le immagini utilizzate per mettere in evidenza l'azienda e le sue caratteristiche, avranno colpito nel segno.

Il profilo aziendale definisce il tipo di società, quale è la sua collocazione sul mercato e quali sono i suoi clienti, a volte illustra brevemente il suo percorso storico, specifica dati concreti, sottolinea i punti di forza, fa una rapida panoramica su prodotti, servizi, valori e obiettivi.

Q. Perché per la stampa su carta mi servono immagini in Alta Risoluzione ?

La risoluzione indica il grado di qualità di un'immagine. In genere, si usa questo termine riguardo a immagini digitali, ma si può parlare di "risoluzione" anche con riferimento a qualunque fotografia o immagine trasferita o riprodotta su un determinato supporto mediante un processo di stampa, di visualizzazione, o di proiezione.

Nella riproduzione su carta, la risoluzione indica la densità dei punti elementari (dot) che restituiscono l'immagine, in rapporto a una dimensione lineare (ad esempio: punti/cm o punti/pollice). Lo schermo di un computer non può mostrare linee o disegni, ma soltanto punti; se questi sono sufficientemente piccoli, tali da essere più piccoli del potere risolutivo dall'occhio umano, l'osservatore ha l'impressione di vedere linee anziché punti allineati, e disegni anziché ammassi di puntini distinti.

La risoluzione minima per le immagini che devono andare in stampa viene definita in 300Dpi, mentre per il web in 72Dpi.

Q. E i Colori RGB ?

RGB è un modello di colori le cui specifiche sono state descritte nel 1931 dalla CIE (Commission internationale de l'éclairage). Diversamente dalle immagini a livelli di grigio, tale modello di colori è di tipo additivo e si basa sui tre colori rosso (Red), verde (Green) e blu (Blue), da cui appunto il nome RGB, da non confondere con i colori primari sottrattivi giallo, ciano e magenta.

La gamma colori RGB è quella visibile a monitor e quindi utilizzata nel web.

Q. Cosa vuol dire CMYK ???

CMYK è la sigla di Cyan, Magenta, Yellow, Key black; è un modello di colore detto anche "quadricromia". La “K” in CMYK si riferisce a key (chiave), in quanto i sistemi di stampa che utilizzano questo modello usano la tecnologia Computer to plate (CTP), nella quale mediante una “lastra chiave” (“key plate” in inglese) si allineano correttamente le lastre degli altri tre colori (ciano, magenta, giallo).

I colori ottenibili con la quadricromia sono un sottoinsieme della gamma visibile, quindi non tutti i colori che vediamo possono essere realizzati con la quadricromia, così come non tutti i colori realizzati con l'insieme RGB (Red, Green, Blue), cioè quelli che vediamo sui nostri monitor, hanno un corrispondente nell'insieme CMYK.